Trattamento Pinda

Condividi:

Fagottini di cotone caldi contenenti erbe e sali dell’Himalaya. Il trattamento aiuta ad eliminare la rigidità e le tensioni muscolari, stimola i tessuti a sciogliere il grasso in eccesso, aiuta ad eliminare le tossine ed il naturale drenaggio corporeo.

Massaggio Pinda Sweda

Il massaggio Pindasweda è un fantastico massaggio di origine indiana, tra i più rilassanti ed emozionali; che viene realizzato utilizzando dei particolari sacchetti di cotone caldi(Pinda) che racchiudono una miscela di erbe,spezie o sabbie.

E’ uno dei trattamenti più antichi al mondo.

Patra significa foglie (piante medicinali), Pinda significa bolo (tampone) e Sweda significa fomentazione o sudorazione. Il termine Pindasweda è quindi un termine composto che significa letteralmente “aiutare il corpo a sudare e traspirare”. Il trattamento completo consiste in diverse fasi; nella prima si esegue un massaggio preparatorio e rilassante con olio medicato (Abyangam) di circa 20 minuti.

Segue l’applicazione dei fagottini di cotone riempiti con spezie naturali, erbe profumate e oli essenziali che vengono riscaldati in olio medicato o in corrente di vapore, in modo da diffondere gli effetti del trattamento termico.

Si utilizzano sia manovre di massaggio, che di picchettamento e di semplice posizionamento in punti specifici del corpo (per es. i Chakra). Vengono comunque effettuati numerosi passaggi, aumentando il calore dei fagottini ad ogni passaggio. La tecnica si avvale di movimenti rotatori leggeri e delicati che coinvolgono tutto il corpo. Possono essere utilizzati per massaggiare settori specifici come la schiena, il collo, le spalle, le mani e le articolazioni oppure il corpo intero. Al termine dello strofinamento, vengono riscaldati e lasciati in posa per effettuare il riequilibrio energetico. Durante il massaggio Pinda l’azione combinata di calore e profumi cattura totalmente corpo e mente.

La maggior parte delle erbe utili ai fini di un massaggio con tamponi caldi sono: la malva, la camomilla, il rosmarino, la calendula, la lavanda, il tiglio, il biancospino e i fiori di arancio.
Di seguito, scopriamo i principi attivi di tali erbe lenitivi, sedativi e anti-infiammatori:

Malva: azione lenitiva.
Camomilla: ricca in flavonoidi, svolge un azione rilassante sulla muscolatura.
Biancospino: ricco in flavonoidi e in vitexina, quest’ultima con azione sedativa e calmante.
Calendula: ricca in flavonoidi, e acido salicidico, la rendono utile come lenitivo e anti-infiammatorio.
Lavanda: ricca in flavonoidi, che le conferiscono un azione rilassante.
Tiglio: ricco in flavonoidi, cumarina, lo rendono un calmante e un lenitivo.
Rosmarino: ricco in flavonoidi, ha un azione anti-infiammatoria.